lunedì 24 marzo 2014

FRANCIA - Sur la côte d'azur

La prima cosa che salta agli occhi sono questi cartelli esposti fuori da ristoranti e hotel. Anche qui le imposte sono considerate causa della recessione.
Una cosa che amo molto sono i Platani. In Francia li potano per mantenerli bassi, così le chiome si allargano e formano pergolati meravigliosi che riparano dal sole.


La colazione del mattino all'ombra dei platani centenari non ha veramente prezzo.



Percorrendo una lunga scalinata costeggiata da pini marittimi e macchia mediterranea si raggiunge la Cittadella di Saint Tropez. E' un luogo al quale sono legata da un legame profondo.




Le Calanques di Cassis. Un posto che ogni volta toglie il respiro, anche se lo conosci già.



Si scende al mare per sentieri scoscesi e irti di gradini sconnessi. Ma c'è chi preferisce andarci così.
Le calette della baia di Agay.
Alcune spiagge sono di sabbia grossa, alcune di sassi argentati, questa mi sembra un'action painting di Pollock.
Come mai tante persone indossano la muta da sub pur senza prendere il largo? Presto detto. Scie di piccole meduse accarezzano la pelle dei bagnanti lasciando la firma...
Dopo il contatto con le meduse è meglio restare a riva, immersi nell'acqua salata e aspettare il battellino dei gelati. 
 


Nessun commento:

Posta un commento